Le malattie degli agnelli sono conosciute, ma quanto è conosciuta la Milk Fever?

Milk Fever nelle pecore

La Milk Fever nelle pecore può verificarsi da 6 settimane prima a 10 settimane dopo il parto. È più comune che si verifichi nelle ultime 3 settimane di gestazione. La richiesta di calcio in questo periodo è alta. Quando non vi è un apporto di calcio sufficiente dalla razione il corpo necessita di 48-72 ore per mobilizzarlo dalle ossa. Questo porterà ad un calo del livello di calcio nel sangue. La Milk Fever può verificarsi contemporaneamente alla chetosi.

Segni di Milk Fever nelle pecore

Il problema della Milk Fever nelle pecore è di colpire più animali insieme, anche se può ugualmente capitare di riscontrarla nei singoli animali. Di solito, meno del 5% delle pecore viene colpito, ma in caso di focolare importante si raggiunge il 30% del gregge. I segni clinici sono molto simili alla chetosi ma l'evolversi della patologia è solitamente più veloce. I principali segnali sono la sonnolenza, la depressione, il coma, la testa allungata e il mento a terra con le zampe piegate sotto o spianate dietro la pecora.

Come mantenere il livello di calcio al livello corretto?

Assicurarsi che la razione durante le ultime settimane di gestazione e la prime settimane dopo il parto contenga un livello di calcio sufficiente. Esempi di materie prime con un basso livello di calcio sono grano, paglia, pascoli di scarsa qualità e insilato di mais. La carenza di vitamina D che si verifica durante i mesi invernali fa diminuire l'assorbimento del calcio a livello dell'intestino. Fornire spazio sufficiente e non fare bruschi cambiamenti della razione. Fornire un aiuto con prodotti contenenti energia e calcio nell'immediato post parto.

Trattamenti per la Milk Fever nelle pecore

Un animale depresso non ha appetito. Contatta il tuo veterinario.

Curiosità circa l'allevamento ovino?

Chiedi ai nostri esperti

Soluzioni Farm-O-San